Agenda dei poeti 2006

9 maggio 2006

L'URDEMA PREGHIERA

Assettato a sta panchina,
guardo 'o mare e penzo a te.
L'aria fresca da marina,
sceta ammore 'mpietto a me.
Nu suonno e gioventù&
nu ricordo& e niente 'cchiù.
Che bello sarria fermà chistu mumento!
Che bello sarria nun penzà 'cchiù a niente!
E tu, core sperduto& core 'nquieto,
nun sunnà e 'ccose passate,
nun penzà 'o bbene perduto&
a gioventù ca se ne ghiuta&
o tiempo ca t'ha cagnato.
Lassa perdere, core mio,
nun penzà, nun penzà&
sta vita nunn'a sciupà.
E quanno e sta jurnata vena a sera,
tu recita l'urdema preghiera&
& e nata vita nascerà.

Santo Verde - Centallo (CN)
9 maggio 2006

LA VITA

E' soltanto una foglia
trasportata dal vento
che profuma di poesia.
Una candida perla
in un mare in tempesta&
Una torcia accesa
nell'oceano della mente&
Non è che un attimo
di passaggio&
E ogni attimo è perduto
nella voragine dei pensieri
ma non per questo
non è vissuto.

Mattia Conti - Molteno (LC)