Agenda dei poeti 2006

19 novembre 2006

VAGAMENTE LONTANA

Vagamente lontana
ti osserva
senza che tu ne abbia
coscienza.

Ogni istante
potrebbe coniugarsi
con la sua realtà.

Le sue orme
si mostrano
con audacia e presunzione
nella casa defraudata
mentre le mie torbide labbra
tentano invano di ribellarsi.

E la mia anima, in subbuglio,
si ritrova
nell oblio dell Eternità.

Federico Negro - Surbo (LE)
19 novembre 2006

VENTO DEL NORD

Improvvisamente
la mia pelle rabbrividisce&
il mio viso è scheggiato
da gelidi spilli&
lacrime brinate
scendono dalle mie guance&
ecco,
il vento del Nord arriva
e congela anche i miei pensieri
& ho tanta nostalgia
di un tiepido sole&

Edoardo Borghetti - Rho (MI)